Grazie mille per la recensione fatta da Francesco Ercolani.

Ecco la nuova cam della casa SJCAM, il modello è il SJ5000+WiFi presentata in diversi colori, monta un recentissimo processore Ambarella A7LS75 DSP ed un ottimo sensore da ben 16mpix della Panasonic ,questa SJ entra nell’affollatissimo mercato della action cam, dove ormai si trovano modelli per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Questa recente cam è molto interessante dato anche il suo prezzo ben al disotto delle concorrenti e dell’ormai regina incontrastata delle action cam: la gopro hero4, dove il suo prezzo che arriva a quasi 450€ non la rende accessibile al largo pubblico, mentre la sj viene proposta ad un prezzo intorno ai 160-170€, e
considerando il suo hardware ed il rapporto prezzo/prestazioni ne fanno una delle più convenienti, grosson modo comunque si posiziona al livello delle gopro hero3 silver/back.

Veniamo alla cam, si presenta nella classica forma rettangolare con obbiettivo spostato sulla destra, sulla parte frontale troviamo il pulsante di accensione, nella parte superiore quello di scatto e su lato il pulsante per accendere e spengere il wifi e due tastini per scorre nel menù, ne lato opposto troviamo slot per microSD, uscita micro HDMI e porta micro USB. Novità per questa classe di cam è il praticissimo lcd posteriore, anche se non molto grande, resta assai comodo per navigare nei menu e per inquadrature più precise, volendo anche per un rapido consulto di quello che abbiano registrato e scattato.

Nella confezione troviamo moltissimi accessori, un praticissimo scafandro impermeabile che regge fino ad una profondità di 30m, un tappo posteriore con delle feritoie per lo scafandro che permette una migliore registrazione dell’audio, attenzione che a questo punto lo scafandro non è più totalmente impermeabile, ma resta sempre comodo se la cam viene usata in circostanze dove potrebbe ricevere piccoli urti, la cam nel suo scafando resta sempre bella riparata e protetta. Poi troviamo supporto per manubrio da bicicletta, fascette regolabili e molti altri supporti, cosa pratica che questi accessori sono compatibili con quelli gopro e derivati, quindi su internet si trova veramente di tutto e proprio questi accessori invitano sempre di più ad usare la cam, vista la possibilità di montarla su praticamente qualsiasi cosa

Passiamo ora al vero uso della cam: fare i video, la sua risoluzione massima è 1080 a 60fpm, valore più che ottimale per le registrazioni amatoriali, volendo anche un 30fpm è già più che sufficiente, non è prevista la risoluzione 4K, risoluzione che comunque genera filmati molto pesanti che richiedono pc veramente
potenti per essere elaborati, pc che difficilmente abbiamo nelle nostre case, già spesso elaborare un filmato 1080 impegna il nostro pc per molto tempo, tempi che si allungano di parecchio se impieghiamo filtri di stabilizzazione, quindi la scelta di fermarsi al classico 1080 è più che giustificata.

I video risultano molto buoni e dettagliati, i piccoli particolari vengono riprodotti molto bene e non si perdono nell’immagine, da una comparazione con la hero2 (anche se un po’ datata resta sempre comunque un’ottima cam) i video risultano più dettagliati e contrastati ma forse un pochino più scuri, questo potrebbe dipendere dalle impostazioni della cam che permettono diversi impostazioni per leggere la luminosità.